Il governo approva "Destinazione Italia": tagli su bollette e RcAuto

Previsti risparmi sulle bollette energetiche e nuovi bonus per imprese e consumatori


Approvato nel Consiglio dei ministri di oggi il piano "Destinazione Italia", formato da un decreto legge e da un disegno di legge, che dovrebbe portare dei benefici nelle tasche degli italiani grazie a risparmi sulle bollette dell'energia e sull'assicurazione auto. Vediamo i provvedimenti nel dettaglio.

Taglio alle bollette. La parte più corposa del piano, e quella più pubblicizzata dal governo, riguarda il taglio delle bollette energetiche per 850 milioni, 250 in più rispetto ai 600 annunciati in un primo momento dal ministro Zanonato. La somma di 850 milioni, ha spiegato il ministro, si ottiene dai 700 milioni risparmiati con il prolungamento volontario di sette anni degli incentivi per i produttori di energia rinnovabile, e dai 150 milioni derivanti dal cosiddetto "ritiro dedicato". I 700 milioni sono però al momento "virtuali", perché legati all'accettazione dell'opzione prevista nella norma da parte di tutti i produttori. La cifra reale sarà quindi più bassa.

Rifinanziamento aziende. Le aziende che vogliono rifinanziarsi potranno utilizzare dei minibond emettendo dei titoli invece di affidarsi agli istituti di credito. Sono previste norme per semplificare e defiscalizzare questi titoli.

Sconti per le Rcauto. Saranno previsti sconti minimi imposti dal 4% al 10% sulle polizze. In particolare è previsto uno sconto dell'8% per chi accetta la riparazione presso le officine convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime. È invece previsto uno sconto del 10% per l'installazione della scatola nera a bordo del veicolo.

Detrazione fiscale per i libri. Confermate le indiscrezioni di ieri. L'acquisto di libri porterà a una detrazione fiscale del 19%. Il bonus varrà dal 2014 al 2016 e spetterà a persone fisiche e imprese e riguarderà solo libri cartacei e non quelli digitali. Il tetto massimo è di 2000 euro l'anno.

Digital bonus. Previsto un bonus con detrazione del 65%, con un tetto di 20mila euro, per le Pmi che si doteranno di connettività digitale di almeno 30 megabit per secondo. Un'agevolazione alternativa al voucher di 10mila euro per le imprese che comprano software, hardware o servizi digitali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail