Istat: in calo il numero di multinazionali arrivate dall'estero

Rispetto al 2010 nel 2011 il numero delle affiliate estere si è ridotto dell’1,6%.

L’Italia ha sempre meno appeal per le multinazionali in arrivo dall’estero il cui numero è diminuito tra il 2010 e il 2011. Le cause le conosciamo e non sono certo nuove tra cui la troppa burocrazia, la troppa corruzione, un fisco oppressivo, la lunghezza dei procedimenti giudiziari civili.

L’Istat certifica che le imprese a controllo estero residenti in Italia sono 13.527 per 1,2 milioni di addetti nel 2011. Escludendo le attività finanziarie e assicurative, le multinazionali realizzano in Italia un fatturato di 493 miliardi di euro, per un valore aggiunto di 96,6 miliardi.

Rispetto al 2010 il numero delle affiliate estere si è ridotto dell’1,6% anche se il numero degli addetti ha fatto registrare un leggero aumento (+1,1%). Anche il fatturato (+5,3%) e il valore aggiunto (+3,3%) sono in crescita grazie a una serie di importanti acquisizioni da parte di investitori esteri.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail