Allarme sfratti nel 2014, l'Unione inquilini: proroga o esplosione sociale

"Il mancato varo di tale proroga equivarrebbe a un crimine sociale". Gli inquilini scrivono al premier: inserire la misura nel Mille proroghe.


    AGGIORNAMENTO 28 dicembre 2013 - Con il decreto Milleproroghe il governo ha disposto il rinvio di sei mesi degli sfratti esecutivi dal primo gennaio 2014: non in modo generalizzato però, ma solo per gli inquilini con meno di 21mila euro di reddito familiare, un malato, un disabile grave o un anziano in casa.

L'Unione inquilini lancia l’allarme sfratti per il 2014 e avverte: con l’inizio dell’anno si rischia l'esplosione di una bomba sociale nelle città se non sarà varata una proroga.

L’associazione si rivolge direttamente al premier Enrico Letta e al ministro per le infrastrutture Maurizio Lupi, ai quali è stata indirizzata una missiva dai toni netti con cui si chiede che il rinvio degli sfratti venga inserito nel decreto Mille proroghe che sarà all'esame del Consiglio dei Ministri il 27 dicembre:

Walter De Cesaris, segretario nazionale dell'Unione invita il governo a valutare:

"anche la necessità di estendere la proroga alla morosità incolpevole".

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail