Saldi 2014: per ogni famiglia spesa media di 340 euro

Le stime di Confcommercio per i saldi che iniziano il gennaio (in Basilicata e Campania il 4).

Sabato 4 gennaio in tutta Italia, escluse Basilicata e Campania dove si dovrà inizieranno già giovedì 2, inizieranno i saldi invernali del 2014 e Confcommercio è già in grado di fare una stima di quanto si spenderà.
In totale è prevista una spesa di 5,4 miliardi di euro, in pratica il 18% del fatturato annuo del settore abbigliamento e accessori, che corrispondono a circa 340 euro per famiglia, 148 in media per ogni persona.

Secondo il presidente di Federazione Moda Italia, che è anche vice presidente di Confcommercio, Renato Borghi, sugli acquisti in saldo peseranno il reddito disponibile per spese di questo tipo che è tornato ai livelli di 27 anni fa e un generale pessimismo che vede il 66% degli italiani sfiduciati.

Sui 25,8 milioni di famiglia italiane saranno 16 milioni a sfruttare i saldi per fare gli acquisti invernali. Borghi spiega che nel generale clima di sfiducia e di recessione economica si attende prima o poi un'inversione di tendenza della spesa delle famiglie e questa potrebbe arrivare proprio con i saldi che stanno per partire perché è evidente che i consumatori sono ora più propensi a tornare ad acquistare al "negozio sotto casa" preferendo il binomio qualità-prezzo del dettaglio plurimarca di qualità.

Dopo un lungo periodo di austerità, la speranza di Confcommercio è che nonostante ci siano ancora preoccupazione, demoralizzazione e sconforto, gli italiani siano almeno disposti a non rinunciare ai saldi e vadano a caccia dell'affare che permetta loro di avere capi di buona fattura a prezzi altamente scontati. La media degli sconti sui prodotti del settore abbigliamento, calzature e accessori si aggirerà intorno al 40%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail