Fiat vola a Piazza Affari dopo l’acquisizione di Chrysler

Il titolo del Lingotto sale del 13,3% a 6,74 euro. Piazza Affari maglia rosa in Europa a metà mattinata. Buone notizie anche dal mercato secondario, spread a 221 punti, ai minimi da luglio 2011.

Piazza Affari festeggia l'accordo siglato tra il Lingotto e Veba, cioè il fondo pensione del sindacato americano Uaw, che significa il controllo totale di Fiat sulla casa automobilistica americana Chrysler. L’ad di Fiat Sergio Marchionne lo ha definito un accordo che resterà nero su bianco sui libri di storia.

In una lettera ai dipendenti del gruppo il presidente di Fiat John Elkann e il manager italo-canadese parlano senza mezzi termini di un:

''momento epocale. L'emozione con cui scriviamo è quella di chi negli ultimi quattro anni e mezzo ha lavorato per realizzare un grande sogno di integrazione industriale e culturale o oggi lo vede realizzato''.

Alla Borsa di Milano in apertura il titolo della casa torinese fatica un po’ a fare prezzo, ma dopo aver scaldato i motori, sale del 13,3% a 6,74 Euro. Buon avvio anche per il titolo di Exor, la cassaforte del Lingotto, la holding di controllo del gruppo, che sale del 4,46% a 30,2 Euro.

Il Lingotto trascina non solo il settore industriale ma tutto il listino principale di Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib che guadagna dopo meno di due ore di contrattazioni l'1,10%: Milano è regina d’Europa grazie al rally di Fiat in un quadro che vede le maggiori piazze finanziarie continentali aprire sotto il segno più il nuovo anno. Male invece le Borse asiatiche, che viaggiano deboli dopo i dati sul comparto manifatturiero cinese (indice pmi in calo a 51 punti contro i 51,4 di novembre) mentre Tokyo è chiusa per festività.

Tornando a noi, il 2014 si apre bene anche sul fronte spread, il differenziale tra il rendimento dei nostri titoli di Stato decennali e i bund tedeschi equivalenti, sensibilissimo alle tensioni politiche, apre a 211 punti base, ai minimi da luglio del 2011.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail