Peggiora il fabbisogno statale, migliora l'avanzo

Dati in linea con le attese, il fabbisogno sconta operazioni straordinarie, spiegano dal Ministero di via XX Settembre.

Il fabbisogno annuo del settore statale nel 2013 si attesta, in base a dati preliminari dello scorso dicembre, a 79,7 miliardi, contro i 49,5 del 2012.

Lo rende noto il dipartimento del Tesoro del Mef spiegando che il risultato è il prezzo da pagare per operazioni straordinarie come:

l'aumento dei pagamenti dei debiti pregressi delle pubbliche amministrazioni, la partecipazione all'aumento di capitale a favore della Banca Europea per gli Investimenti, la sottoscrizione di strumenti finanziari a favore del Monte dei Paschi di Siena e gli incassi relativi alla cessione di Fintecna.

L’anno scorso - ricordano dal Ministero dell’economia e delle Finanze - il saldo di cassa era migliorato di circa 10 miliardi dopo il ripristino del sistema di Tesoreria Unica, quindi:

escludendo le partite di entrata e spesa ininfluenti ai fini del computo dell'indebitamento netto, il fabbisogno del settore statale risulta inferiore a quello del 2012 di oltre un miliardo di euro.

A dicembre 2013 l'avanzo del settore statale sempre sulla base di stime provvisorie, è stato pari a 15 miliardi, cioè circa 1,5 miliardi in più rispetto a dicembre del 2012:

Il miglioramento risulta più elevato (circa 3,2 miliardi) se si escludono dall'avanzo del dicembre 2012 circa 1,7 miliardi di introiti relativi alla dismissione di quote Sace e Simest ininfluenti sull'indebitamento netto.

Incassi e pagamenti. Crescono le entrate fiscali: più 3 miliardi rispetto a dicembre 2012 grazie anche al buon andamento registrato dagli introiti Iva e dall’incasso di alcune imposte dirette. Da via XX Settembre la nota diffusa informa infine che sono state realizzate dismissioni immobiliari per il settore delle amministrazioni centrali per 320 milioni di euro circa. Lato pagamenti rispetto all’anno scorso la spesa delle amministrazioni si sarebbe ridotta di circa 1,5 miliardi. Per fabbisogno del settore statale si intende la quantità di risorse finanziarie necessarie alla copertura del bilancio ed è dato dalla differenza negativa fra entrate e uscite al netto dei costi per gli interessi.

  • shares
  • +1
  • Mail