Debito pubblico: nuovo record a novembre

Toccata quota 2.104 miliardi. Ma per dicembre è atteso un forte calo.

Anni di austerity non intaccano il debito pubblico italiano, che continua a crescere senza sosta e che nel mese di novembre ha toccato il record storico di 2.104 miliardi di euro, salendo di 18,7 miliardi. Il trend dovrebbe invertirsi invece relativamente al mese di dicembre, per il quale è attesa una forte riduzione grazie a un consistente avanzo.

Ma perché il debito è arrivato a un nuovo record? L'aumento è riconducibile principalmente al fabbisogno del mese (6,9 miliardi) e all'aumento (11,5 miliardi) delle disponibilità liquide del Tesoro (che hanno raggiunto 59,0 miliardi). Nei primi 11 mesi dell’anno le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 339,1 miliardi (di cui 31,2 nel mese di novembre), in lieve calo rispetto a quelle dello stesso periodo del 2012 (340,7 miliardi).

Sul fabbisogno ha inciso per 12,8 miliardi il sostegno ai paesi dell'area dell'euro, in particolare i 6,7 miliardi che spettano all'Italia è che sono stati erogati dall’European Financial Stability Facility (EFSF). Ci sono poi la terza e quarta tranche della sottoscrizione del capitale dell’European Stability Mechanism (ESM) (5,7 miliardi). Nel complesso, dal 2010, l'Italia ha versato, come contributo finanziario ai paesi dell’area dell’euro, 55,1 miliardi.

  • shares
  • +1
  • Mail