Inflazione ferma a gennaio: la più bassa dal 2009

Il rincaro del carrello della spesa è stato a gennaio dell'1,1% in calo dall'1,2% di dicembre.

In base alle sue stime preliminari l’Istat comunica oggi che l'inflazione è aumentata in Italia a gennaio 2014 dello 0,7% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

La bassa inflazione, la più bassa dal 2009, è in linea è con le previsioni degli analisti, pure a dicembre e a novembre 2013 l'incremento registrato era stato uguale allo 0,7%.

Secondo il Codacons:

"Questa bassa inflazione (...) tradotta in cifre equivale pur sempre, in termini di aumento del costo della vita, a una stangata annua pari a 245 euro per una famiglia di tre persone".

Valore calcolato dall'associazione dei consumatori sulla base del paniere Istat 2013, e non su quello nuovo: per una famiglia di 4 persone 269 euro in più.

Su base congiunturale a gennaio l'inflazione è salita sul mese precedente dello 0,2% contro lo 0,3% stimato dagli economisti. Il rincaro per il carrello della spesa, ovvero per i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza, a gennaio è stato dell'1,1%, in calo dall'1,2% di dicembre. Sul mese precedente il costo del carrello della spesa è cresciuto dello 0,3%.

Nei paesi Ocse invece, sempre secondo dati diffusi oggi, a dicembre 2013 l'inflazine è salita dell'1,6% su base tendenziale, dall'1,5% di novembre, e ciò a causa del rialzo dei prezzi dell'energia (+1,7%). Senza alimentari ed energia, l'indice è invece stabile all'1,6%. E l’inflazione sale anche nell'Eurozona, fino allo 0,9%.

(Nel video di TgLa 7 il crollo del tasso di inflazione medio nel 2013, due volte e mezzo inferiore a quello del 2012).

  • shares
  • +1
  • Mail