Rc auto: dal governo sconti del 23% sui premi

Dopo la cancellazione delle agevolazioni di Destinazione Italia


È di ieri la notizia della cancellazione delle agevolazioni Rc Auto previste dal decreto Destinazione Italia, cancellazione che aveva fatto infuriare le associazioni dei consumatori. Oggi il Consiglio dei ministri cerca di correre ai ripari varando un disegno di legge – che quindi dovrà incontrare il parere favorevole del Parlamento prima di poter entrare in vigore – che dovrebbe consentire sconti del 23% per gli automobilisti.

Il provvedimento è "teso a ridurre i costi dell'assicurazione auto - si legge sempre nella nota di Palazzo Chigi - consentendo l'apposizione di alcune clausole contrattuali che mirano a vanificare le richieste fraudolente di risarcimento e ad assicurare riduzioni del premio assicurativo. Questo meccanismo abbasserebbe - viene evidenziato - il prezzo finale per il consumatore, rispetto all'anno passato". Quindi si parla sia di scatole nere e altre misure, ma anche di un generalizzato meccanismo che, attraverso la punizione di violazioni, permetterà di alleggerire la situazione dei conti.

Ecco le misure principali:
- Sconto del 7%, sulla media dei prezzi regionali, per l'applicazione della scatola nera. Prevista una sanzione da 5.000 euro a 40.000 euro in caso di mancata pubblicità o comunicazione.
- Sconto del 5% e del 10% per risarcimento in forma specifica presso carrozzerie convenzionate.
- Sconto del 4% per il divieto di cessione del diritto al risarcimento. Sanzione da 5.000 euro a 40.000 euro in caso di mancata pubblicità o comunicazione.
- Sconto del 7% per prestazioni di servizi medico-sanitari resi da professionisti convenzionati con le imprese assicurative. Sanzione da 5.000 euro a 40.000 euro in caso di mancata pubblicità o comunicazione.

L’annuncio è stato dato dal sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari: “Rimane il rammarico per l'occasione persa con la soppressione dell'articolo 8, e che avrebbe consentito immediatamente ai cittadini di beneficiare di una riduzione dei costi delle tariffe", ha detto, riferendosi all'articolo stralciato dal decreto per la pioggia di emendamenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail