Più tutele per i consumatori

Il dlgs varato dal governo sarà operativo dal 14 giugno

Le novità contenute nella bozza di decreto legislativo di recepimento della direttiva 2011/83 sui diritti dei consumatori non sono poche.

In primo luogo il consumatore avrà a disposizione 14 giorni di tempo per far saltare il contratto di acquisto, e non più 10 come è stato finora. Inoltre il cliente potrà restituire il prodotto anche se è in parte deteriorato.

Lo schema di dlgs è stato approntato ieri in Consiglio dei ministri e dovrebbe diventare operativo dal 14 giugno 2014. Al termine del Cdm il ministro degli affari europei Enzo Moavero Milanesi si è detto soddisfatto del lavoro dell’esecutivo.

Sempre da metà giugno i consumatori potranno contare su maggiori tutele relative alle informazioni precontrattuali, specie per i contratti a distanza o stipulati all’esterno di locali commerciali.

Il decreto del governo introduce anche l’obbligo di informative nei contratti porta a porta e nelle vendite a distanza, con l’obbligo di fornire al cliente le dovute informazioni prima della conclusione del contratto. Informazioni riguardanti le caratteristiche del prodotto o servizio, le modalità di pagamento e le garanzie per il consumatore, tra cui quelle sul diritto di recesso, ma anche notizie sull’identità del professionista/venditore relative alla rintracciabilità sua o comunque del fornitore del bene/servizio.

(Nel video: "Consumatori dissanguati", parla il presidente del Codacons).

  • shares
  • Mail