Crisi: 4 italiani su 10 devono chiedere aiuto economico ai genitori

La famiglia sempre più "ente sussidiario" a favore dei componenti che hanno bisogno di una mano.


 4 su 10 aiuto

Quasi 4 italiani su 10 (il 37%) devono chiudere l’aiuto economico dei genitori dopo la maturità e ben oltre. È la foto scattata da Coldiretti-Ixè sulla base dell'ultimo Rapporto sulla coesione sociale, elaborato su dati Istat.

Dall’analisi emerge poi come ben sette milioni di persone tra i 18 e i 34 vivano con i genitori. E che chi va a stare per conto suo sempre più spesso sceglie di abitare vicino alla famiglia:

"Spesso considerata superata, la struttura della famiglia italiana si sta dimostrando, nei fatti, fondamentale per non far sprofondare nelle difficoltà della crisi moltissimi cittadini. Lo dimostra il fatto che le famiglie italiane, anche quando non coabitano, tendono a vivere a distanza ravvicinata dalle rispettive abitazioni".

I dati parlano chiaro. Il 42,3% degli italiani vive a una distanza non superiore a 30 minuti a piedi dall’abitazione dei genitori e ciò vale sia per i più giovani, tra i 18 e i 29 anni (il 26,4% abita a meno di 30 minuti), sia per le persone tra i 30 e i 45 anni (il 42,5% a meno di 30 minuti) e addirittura per gli adulti tra 45 e 64 anni (il 58,5% vive a meno di 30 minuti).

Secondo il rapporto Coldiretti-Censis “Vivere bene vivere meglio":

"La crisi ha dunque attivato la rete di protezione familiare caratteristica dell’identità nazionale offrendo supporto non solo economico. L’accorpamento territoriale delle famiglie è infatti oggi anche una risposta ai crescenti bisogni di tutela e non è certo estraneo alla tenuta sociale dei territori nella crisi".

La tendenza a ricompattare il nucleo della famiglia è spiegata quindi con il passaggio della stessa a soggetto di welfare che opera come una sorta di provider di servizi e tutele per i membri che ne abbisognano. Servizi e tutele che in molti casi, pur a fronte di una pressione fiscale record, lo Stato non riesce a fornire.

La famiglia sempre più ente sussidiario, camera di compensazione delle difficoltà dei più giovani a inserirsi nel mondo del lavoro e del drastico calo della capacità di spesa e della propensione al risparmio degli italiani (anche se nel 2013 è stato registrato un lieve miglioramento dal minimo storico del 2012).

(Nel video: l'analogo report di Coldiretti del 2012).

  • shares
  • +1
  • Mail