Portogallo: lotteria anti-evasione fiscale collegata agli scontrini

In Italia non si potrebbe fare qualcosa di simile?

?

Il governo portoghese mette in campo una lotteria collegata agli scontrini per contrastare l’evasione fiscale.

In pratica lo scontrino si trasforma in un biglietto della lotteria e i clienti alla cassa lo esigeranno sempre, con la speranza di vincere mentre fanno acquisti di beni e servizi.

L’idea non è certo nuova, iniziative di questo tipo hanno già avuto il loro successo in Brasile, Argentina, Colombia e nell’Ue in Slovacchia.

Secondo le previsioni del governo la lotteria Factura da sorte dovrebbe portare a un aumento del 50% del gettito. La misura sarà operativa dal prossimo mese di aprile. L’evasione fiscale in Portogallo rappresenta un quinto del prodotto interno lordo secondo i dati dell’esecutivo e fare cassa è necessario anche per alleggerire il peso delle misure imposte dall'Unione europea al Paese per uscire dalla crisi.

Come nota il Financial Times i cittadini portoghesi si trasformeranno così in una specie di ispettori del Fisco, ricevendo biglietti della lotteria per un importo pari al bene comprato o alla prestazione erogata. Biglietti che che permetteranno di partecipare all’estrazione di 60 auto di lusso.

?In Italia non si potrebbe fare qualcosa di simile? A quanto pare no. Il nostro direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera nel 2012 si scagliò conto la norma, contenuta nella delega fiscale, che permetteva di detrarre gli scontrini fiscali.

Il cosiddetto contrasto d’interesse per Befera non avrebbe portato grossi vantaggi in termini di gettito, ma soprattutto era il principio dell’onestà fiscale dettata da altri interessi a non convincere il numero uno delle Entrate.

(Nel video il presidente della Cgia di Mestre spiega perché il contrasto di interessi non funzionerebbe).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail