Alitalia: intesa per i 1900 esuberi, cig a rotazione e contratti di solidarietà

Soddisfatti i sindacati.

È stato firmato nella notte l'accordo tra Alitalia e sindacati sulla gestione dei 1.900 esuberi previsti dal nuovo piano industriale, dopo l'ingresso di Poste Italiane e Unicredit nel capitale dell'ex compagnia di bandiera.

L'intesa raggiunta prevede la cassa integrazione (cig) a rotazione e i contratti di solidarietà, nessuno sarà licenziato.

L'accordo relativo ai contratti di solidarietà del personale navigante ha durata biennale e riguarderà tutti i piloti e gli assistenti di volo, quasi 5mila unità (4.946). Queste due categorie avranno cinque giorni di solidarietà al mese pari al 25% dello "prestazione mensile".

I sindacati esprimono soddisfazione. Secondo la Fit-Cisl ancora una volta:

"lo spirito di responsabilità di tutti ha prevalso".

Il segretario nazionale Emiliano Fiorentino parla di:

"Un passo importante è stato fatto da sindacati congiuntamente all'azienda ora si attende l'arrivo del partner per il rilancio dell'Alitalia".

Etihad aspetta alla finestra mente Air France che non aveva voluto partecipare all'aumento di capitale del vettore italiano, forse puntando sul fallimento per acquistarlo a prezzo di saldo, sembra avere dei ripensamenti. O quantomeno vuole tenersi una porta aperta.

L'ad di Air France-Klm Alexandre de Juniac non ha escluso infatti la possibilità di investire in Alitalia qualora le condizioni per la ristrutturazione del debito saranno rispettate. La compagni franco-olandese possiede già il 25% di Alitalia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail