Elkann: “Il lavoro c’è ma ai giovani manca l’ambizione”

A Sondrio, in un incontro con gli studenti, il presidente di Fiat ha disegnato il suo personalissimo quadro del mondo del lavoro

Un anno e mezzo fa ci fu il “choosy” di Elsa Fornero rivolto ai giovani italiani, oggi un altro torinese (anche se dai natali newyorchesi) è inciampato nelle trappole della semplificazione che spesso e volentieri segnano le caviglie di chi, per rango e natali, ha sempre avuto un ampio ventaglio di scelte di fronte. Stavolta è il turno di John Philip Jacob Elkann, presidente di Fiat, di Exor e di Giovanni Agnelli & C. Primogenito di Margerita Agnelli, fratello di Lapo, nipote dell’Avvocato Gianni Agnelli.

A Sondrio, incontrando gli studenti delle scuole superiori della Valtellina, in una conferenza organizzata dalla Banca Popolare di Sondrio, Elkann ha spiegati che il lavoro c’è, ma il problema sono i giovani che non hanno la “giusta ambizione”, ai quali mancano gli stimoli “perché stanno bene a casa”.

Un intervento davvero poco opportuno, specialmente perché proveniente dai vertici di un’azienda che dopo avere drenato per anni le casse statali con gli ammortizzatori sociali, molti di quei posti di lavoro che prima garantiva li ha portati altrove, delocalizzando prima le fabbriche, poi gli uffici:

Il problema dei giovani è che non hanno la giusta determinazione a trovare un lavoro. Forse non hanno una reale voglia di cogliere queste opportunità, perché non ne hanno bisogno, perché stanno bene a casa, oppure non ci sono sufficienti stimoli o non hanno la giusta ambizione a fare delle cose.

Annual North American Auto Show Held In Detroit

Elkann ha raccontato la sua formazione in una fabbrica di Fari (Inghilterra) e in uno stabilimento polacco e ha sottolineato come la decisione di entrare nel gruppo di famiglia sia stata “una scelta voluta”.

Sollecitato da uno studente che gli domandava perché lavorasse, John Elkann ha risposto:

Penso che sia più interessante fare una vita in cui sei impegnato e lavori con passione che fare una vita in cui sei in vacanza tutto il tempo, perché dopo un po’ ci si annoia.

Infine Elkann ha dispensato consigli agli studenti in cerca di vocazione, indirizzandoli verso le discipline tecnico-scientifiche, “perché chi si laurea in ingegneria ha molte più probabilità di trovare lavoro e di essere ricompensato meglio”.

Video | Youtube

Foto © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail