Case scontate del 50% con le aste immobiliari

Lo studio della Confederazione italiana proprietà edilizia: l’asta telematica notarile smuove il mercato

Se si acquista una casa a un’asta immobiliare si può pagarla oltre il 50% in meno rispetto al valore stimato dall’Omi, l’Osservatorio del mercato immobiliare facente capo all’Agenzia delle entrate.

A ricordare la convenienza di comprare all’asta un’abitazione, un terreno, un garage, un terreno, piuttosto che un locale a uso ufficio, è uno studio di Confedilizia.

Gli sconti di cui si può usufruire con le aste sono ancora maggiori se l’immobile in questione è già da un paio d’anni sul mercato senza che un acquirente si sia fatto avanti.

La Confederazione italiana proprietà edilizia rimarca il grande divario esistente tra le quotazioni dell’Agenzia delle entrate e i prezzi di vendita degli immobili che finiscono all’asta, forbice davvero troppo ampia secondo il presidente dell’associazione Corrado Sforza Fogliani il quale sollecita una revisione dei valori dell’Omi, approfittando della prevista riforma del catasto contenuta nella delega fiscale.

Confedelizia sottolinea ancora com sia il web a fare da traino per le aste immobiliari: l’asta telematica notarile smuove il mercato del mattone dalla paralisi che lo ha colpito da ormai un lustro e fa vendere di più nelle aste giudiziarie in cui viene dismessa parte del patrimonio pubblico e degli enti previdenziali.

L’orizzonte è ora quello di aprirsi verso l’estero: a tale fine il consiglio nazionale del notariato ha in progetto l’apertura oltre confine della propria rete telematica per le aste notarili online, in modo da attrarre l’interesse e accaparrarsi grossi investitori, russi e francesi in testa.

  • shares
  • Mail