Mercato dell'auto in ripresa in Europa, Fiat è in controtendenza

Il Lingotto registra un dato in controtendenza sia per il mercato europeo sia per quello casalingo.

Il mercato della quattro ruote secondo i dati diffusi oggi dall'Acea, l'associazione dei produttori europei, mostra come le immatricolazioni di auto in Europa (Ue a 28 + Efta) continuino a crescere anche se restano deboli in numero assoluto: gennaio 2014 è il quinto mese di fila di aumento delle vendite, salite del 5,2% su base annua, a 967.778 veicoli.

In evidenza soprattutto i mercati di Gran Bretagna e Spagna con un +7,6% di immatricolazioni. Seguono quello tedesco (+7,2%),italiano (+3,2%) e francese (+0,5%).

Il gruppo Fiat registra invece un dato in controtendenza sia sul mercato europeo sia su quello casalingo. Il Lingotto a Gennaio fa segnare infatti un calo dell'1,8% a 60.050 veicoli, con una quota di mercato scesa al 6,2% dal 6,6% di gennaio dell'anno scorso, comunque in crescita dal 5,5% di dicembre del 2013.

Fiat in una nota diffusa dopo la presentazione dei dati sostiene che:

“i marchi del gruppo sono cresciuti più del mercato in alcuni dei principali Paesi: Regno Unito +22,2%, Spagna +12,6% e Francia +1,8%”.

In Europa 500 e Panda sono i modelli più venduti da Fiat nel segmento A, rispettivamente con una quota di mercato del 14,1% la prima e del 13,1% la seconda. Peggio della casa torinese nel vecchio continente ha fatto solo General Motors (-5,4%). Sempre a gennaio le immatricolazioni di nuove auto Volkswagen sono cresciute dell'8,2%, Psa del 6,9%, Renault del 13%, Ford dell'8,8% e Bmw dell'1,2%.

  • shares
  • Mail