Istat, costruzioni: -10,9% nel 2013, +1,3% a dicembre

Un tunnel senza uscita per il mercato del mattone, falcidiato da oltre un lustro di profonda crisi.

Costruzioni novembre

L'indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni è salito a dicembre 2013 dell'1,3% su base congiunturale, cioè rispetto al precedente novembre.

Ma c'è poco da sperare nell'inversione del trend. Secondo l'Istat nella media del trimestre ottobre-dicembre l'indicatore segna una flessione del 4,4% rispetto ai tre mesi precedenti.

L'indice corretto per gli effetti di calendario a dicembre 2013 cala in termini tendenziali dell'8,8%, con i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 19 di dicembre del 2012.

Nella media dell'intero 2013 la produzione nelle costruzioni è quindi in calo di quasi l'11% rispetto all'anno precedente. Un tunnel senza uscita per il mercato del mattone, falcidiato da quasi 6 anni di profonda crisi.

L'Istituto nazionale di statistica rileva come a dicembre 2013 l'indice grezzo su base tendenziale sia sceso del 5,5% rispetto allo stesso mese del 2012. Confrontando la media del 2013 e quella dell'anno prima la produzione nelle costruzioni risulta diminuita del 10,9%.

(Nel video i dati Istat diffusi a luglio 2013, quando l'umore imprenditoriale era in salita in tutti i settori, costruzioni comprese).

© Foto TMNews - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail