Moody's migliora l'outlook di Cdp, Poste, Intesa e Unicredit

La decisione è legata alla recente stabilizzazione dell'outlook sul debito sovrano dell'Italia.

Dopo la stabilizzazione del merito di credito dell'Italia dello scorso 14 febbraio, con il miglioramento delle prospettive (outloook) sul rating Baa2 del nostro debito sovrano, Moody's ha migliorato anche l'outlook di molti gruppi industriali, banche, assicurazioni, città e regioni del Belpaese, confermandone il giudizio.

In particolare l'agenzia di rating internazionale ha alzato da negativo a stabile l'outlook di Poste Italiane, UnipolSai Assicurazioni, Unipol Gruppo Finanziario, Allianz, Generali, Snam, Acea, Terna, Cassa depositi e prestiti, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banca Imi, Cari Firenze, Cari Parma, Unicredit Leasing e Cva (Compagnia valdostana delle acque) e Atlantia (ex Autostrade).

La decisione come accennato è legata alla stabilizzazione dell'outlook sul debito sovrano dell'Italia, passato da negativo a stabile in virtù della:

“resistenza della forza finanziaria dell’Italia così come riflesso dello stabilizzarsi del rapporto debito-Pil nel 2014?.

Prospettive economiche migliorate da Moody's anche per 19 città, province e regioni italiane, cui è stato confermato il rating. Fanno eccezione il capoluogo di regione della Campania e la regione Molise i cui outlook rimangono negativi per le persistenti incertezze relative al bilancio comunale a Napoli, regionale e della sanità per il Molise. La Corte dei Conti di recente ha avanzato dubbi sul piano presentato dell'amministrazione De Magistris nel capoluogo partenopeo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail