Concorso scuola: test logico-deduttivi e informatica. Profumo: stop alle graduatorie

Graduatorie scuola, ultimo atto. Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo in un‘intervista concessa oggi a la Repubblica afferma:

"Mai più graduatorie. Da adesso in avanti avremo vincitori pari ai posti disponibili. Chi non riuscirà a passare, ci riproverà in primavera e poi ogni due anni avrà un'occasione. Non formeremo più nuove graduatorie, cercheremo solo di svuotare quella esistente che tante frustrazioni ha creato".

Dopo due concorsi che saranno fatti entro la primavera del 2013 per esaurire la graduatoria esistente, 163mila gli iscritti, si procederà ad assumere insegnanti giovani e  solo con bandi pubblici di concorso.Dice il ministro:

“Ventunomila nuovi docenti entrano in classe fra tredici giorni, presi dalle graduatorie storiche. Altri ventiquattromila saranno insediati a settembre 2013, metà dalle graduatorie, metà dal nuovo concorso che stiamo organizzando. Altri diecimila insegnanti in primavera: metà assunti dalle graduatorie, metà con un bando".

Come sarà il prossimo concorso nella Scuola?

"Faremo test con domande di carattere logico-deduttivo, alcuni in lingua inglese, francese, tedesco e spagnolo, e le altre per misurare le competenze informatiche. Dobbiamo avvicinarci all'Europa".

Il bando per il concorso, il primo dopo 13 anni, uscirà il 24 settembre, la prova scritta sarà ad ottobre, per l’orale ci vorrà gennaio dell’anno nuovo. L’intento del ministro è quello di:

“lasciare in eredità ai giovani una nuova fiducia nei concorsi di Stato. Quelli che faremo noi saranno puliti e porteranno i vincitori in cattedra”.

Per quel che riguarda l’aumento delle tasse universitarie Profumo assicura che saranno applicate solo ai fuoricorso con redditi alti. Sempre in ambito universitario poi il ministro ha detto che si impegnerà nella questione del prestito d’onore, il modello da seguire sono i paesi asiatici:

"negli Stati Uniti i prestiti sono troppo onerosi. Si inizierà a restituire dopo aver trovato lavoro e per cinque stagioni".

 


Foto | © TMNews

 

  • shares
  • +1
  • Mail