Le borse europee aprono in rialzo. Piazza Affari +1,17%

Sul secondario lo spread Btp/Bund scende a 187 punti base.

Dopo il crollo di ieri in scia alla crisi Ucraina, le borse europee questa mattina aprono in rialzo. L'inversione del trend dopo che la Russia ha deciso di richiamare le truppe impegnate in esercitazioni militari nella zona nord del paese, al confine con l'Ucraina.

Con i segnali distensivi da parte di Mosca, la cui borsa e moneta ieri erano scese ai minimi, i mercati hanno subito recuperato.

A Piazza Affari l'indice Ftse Mib sale poco dopo l'avvio delle contrattazioni dell'1,17% a 19.990 punti, a Londra il Ftse 100 cresce dell'1,12% a 6.783,12 punti, a Parigi il Cac 40 guadagna l'1,18% a 4.341,62 punti, alla borsa di Francoforte il Dax sale dello 0,96% a 9.448,70 punti, e a Madrid l'Ibex cresce dell'1,13% a 9.990.3 punti.

Correzione di rotta anche sui principali mercati azionari asiatici, la borsa di Tokyo dopo le perdite di lunedì questa mattina ha chiuso la seduta in rialzo di mezzo punto percentuale circa.

Sul mercato secondario italiano, non scosso come i listini azionari dalla possibile escalation della crisi ucraina, lo spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni, che ieri era salito sopra i 190 punti, scende stamane a 187 punti, con tasso del decennale italiano che si attesta al 3,44%. Il differenziale Bonos/Bund fa segnare 190 punti per un rendimento del Bonos al 3,49%.

'Fashion Beyond The Crisis' - Meeting

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail