Fisco, Istat: con le nuove norme le imprese risparmiano 2,6 miliardi nel 2014

Grazie ai nuovi provvedimenti in materia di tassazione dei redditi delle imprese.

Secondo l'Istat quest'anno le imprese avranno un risparmio dell'imposta sui redditi pari 2,6 miliardi di euro (-9,8%) grazie all'effetto dei principali provvedimenti in materia di tassazione dei redditi delle imprese adottati dal 2011 in poi: le nuove norme sul riporto delle perdite, la deducibilità dell'Irap sul costo del lavoro e, soprattutto, la detassazione dal reddito di impresa del rendimento figurativo del capitale proprio, l'Ace (Aiuto alla crescita economica).

Proprio dall'introduzione dell'Ace arriverà il contributo più consistente alla riduzione delle imposte (5,4%). Sempre secondo l'Istituto statistico nazionale le imprese con un fatturato compreso tra 500.000 e 10 milioni di euro, le imprese delle costruzioni e quelle del Mezzogiorno e del Nord-est beneficeranno di più delle nuove misure.

Lo studio, precisa l'Istat, è stato fatto sull'universo delle società di capitali usando una nuova metodologia, il modello di microsimulazione Istat-Matis, per l'analisi della tassazione e degli incentivi sulle società di capitali, nel periodo 2011-14. Per il 2014 il riporto delle perdite dovrebbe avere un impatto limitato ma le deduzioni dell'Irap e l'Ace interesseranno più della metà delle imprese (57,3%) e tra queste un terzo potrà godere di entrambe le misure.

A regime poi, l'applicazione dei provvedimenti porterà a una riduzione dell'aliquota effettiva del prelievo sui redditi delle imprese, con l'aliquota mediana che dal 28,5% scenderà al 26,1%, valore inferiore all'aliquota legale. La riduzione dell'aliquota sarà maggiore per le imprese di medie dimensioni, attive specie nel settore industriale, per le imprese del Nord e i gruppi fiscali.

Se si considera pure la componente Irap gravante sui redditi di impresa, l'aliquota effettiva mediana si attesta il 31,3%. Gli effetti dello strumento Ace indipendentemente dagli altri provvedimenti andranno a favorire le imprese più profittevoli e dinamiche, grazie al garantito e graduale abbattimento crescente del carico fiscale. Nel 2014 l'aliquota effettiva per i beneficiari dell'Ace scenderà fino al 26,2%, valore uguale a quello previsto per i non beneficiari.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail