Fare la spesa negli hard discount fa risparmiare 3500 euro all’anno

Fare la spesa costa in media agli italiani 6.372  euro all’anno. Tra alimentari, prodotti per l'igiene personale e per la casa se ne va il 20% del bilancio familiare, certifica l’Istat. Secondo un’indagine di Altroconsumo si può risparmiare più della metà di questa somma (3500 euro) approfittando di offerte, sconti, primi prezzi o scegliendo gli hard discount.

L’Associazione di tutela dei consumatori ha anche stilato una "classifica" delle città in cui il carrello della spesa è più caro. Lo strumento utilizzato è l’indice di convenienza, creato sulla base della comparazione di 898mila prezzi di 950 punti vendita di 61 città italiane (162 ipermercati, 603 supermercati, 185 hard discount).

Le città in cui fare la spesa costa di più sono Aosta (6.739 euro) e Catania (6.634 euro). Tra le città più convenienti, dove la dinamica concorrenziale abbassa i prezzi e gioca quindi a favore della possibilità di risparmio, Firenze, Pisa e VeronaNella città della Torre pendente secondo Altroconsumo la spesa è la più economica rispetto a tutte le altre città considerate: 5.969 euro.

La maglia nera in fatto di concorrenza Altroconsumo la assegna più in generale alle città del Trentino, della Val d'Aosta, del Centro-sud e delle Isole. Al contrario di quelle della Toscana, dell'Umbria, del Veneto e dell'Emilia Romagna dove invece la concorrenza abbassa i prezzi. (Qui il carrello della spesa in tutte le città prese in esame).

Scegliere i prodotti di marca in offerta - sostiene l’Associazione dei consumatori - fa risparmiare il 24%; 38% in meno se si acquistano quelli con il marchio del supermercato; 55% in meno per quelli con il marchio del supermercato e a primo prezzo. Se si va a comprare negli hard discount, abbandonando i prodotti di marca, si risparmia il 61% e fare la spesa costa in media 3500 euro all’anno.

Foto | © TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail