Carburanti: weekend all'insegna dei ribassi?

Dopo il nuovo calo dei prezzi sui mercati internazionali.

Nonostante il terzo calo consecutivo delle quotazioni dei prodotti raffinati i prezzi dei carburanti sulla rete di distribuzione nazionale restano stabili. Secondo il monitoraggio di Staffetta Quotidiana dopo che Esso ha tagliato di due centesimi al litro il prezzo sia della benzina che del gasolio le altre compagnie sono rimaste, per ora, tutte ferme.

Intanto le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito scendono già, con la verde a 1,804 euro al litro e il diesel a 1,727 euro al litro.

Il market leader Eni non batte ciglio perseguendo nella sua politica di fermezza, ma in questo weekend, viste la discesa delle quotazioni sui mercati internazionali ci potrebbe essere margine per un riduzione generalizzata dei prezzi alla pompa.

Sul territorio, a livello di prezzi praticati, ci sono da registrare cali nelle punte e nelle medie, guidati dai distributori no logo, con il Gpl che si conferma in calo.

Le medie nazionali della benzina e del gasolio si attestano rispettivamente a 1,791 e 1,711 euro al litro, il Gpl a 0,780. Le punte di prezzo in alcune aree si attestano a 1,838 euro al litro per la benzina, a 1,750 per il diesel, e a 0,802 euro per il Gpl.

A livello Paese in modalità servito, secondo il campione di stazioni di servizio del Servizio Check-Up Prezzi QE, rappresentativo della situazione nazionale, il prezzo medio praticato della verde va oggi dall'1,768 euro al litro di Eni all'1,791 di Tamoil, no-logo a 1,665 euro. Il prezzo medio del diesel oscilla invece tra l'1,691 euro al litro di Eni all'1,711 di Shell, no-logo a 1,584 euro. Il Gpl va da 0,761 euro al litro sempre di Eni a 0,780 euro di Tamoil, con le no-logo a 0,736 euro.

Carburanti prezzi oggi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail