Disagio sociale in aumento a gennaio

La foto scattata dal Misery Index di Confcommercio. A gennaio il tasso di disoccupazione esteso sale fino del 16,8%, +0,2 punti rispetto a dicembre.

Il disagio sociale aumenta nel primo mese dell'anno. L'indice elaborato da Confcommercio, il MIC (Misery Index Confcommercio), a gennaio 2014 si attesta sui 22,1 punti, in aumento di 0,3 punti su dicembre 2013

Secondo la confederazione dei commercianti cio è dovuto all'aumento dello 0,2% della disoccupazione estesa; l'inflazione dei beni e dei servizi ad alta frequenza di acquisto è rimasta invece stabile all'1,2%. A gennaio il tasso di disoccupazione ufficiale è aumentato rispetto al mese precedente attestandosi al 12,9%, ovvero 1,1 punti in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

I disoccupati sono pari a 3 milioni 293.000 persone, in aumento di ben 60mila unità sul mese precedente e di 260mila unità su base annua.

Gli occupati sono diminuiti di 8mila unità rispetto al precedente dicembre e di 330mila rispetto sull'anno. Un quadro, quello occupazionale, che si tinge sempre più di nero, e non sono certo di gran conforto i dati sulle ore di cassa integrazione autorizzate a gennaio, 81 milioni, in calo rispetto alle 86 di dicembre e alle 90 dello stesso periodo del 2013, per un totale 293mila persone in cig rispetto alle 297mila di dicembre 2013.

Il numero di scoraggiati, che un lavoro nemmeno lo cercano, sempre a gennaio è in aumento su base congiunturale di 10mila unità, da 827mila a 837mila. Se si aggiungono ai disoccupati i lavoratori in cig e gli scoraggiati il tasso di disoccupazione esteso di gennaio sale al 16,8%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail