Staffetta generazionale nella PA: Giannini "boccia" la proposta Madia

Per il ministro dell'Istruzione, un sistema sano non manda a casa gli anziani

Ricambio generazionale, no grazie. Per il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini "Un sistema sano non manda gli anziani a casa", e per questo arriva una decisa "bocciatura" della proposta del ministro per la Pubblica Amministrazione Marianna Madia che negli ultimi giorni ha spinto l'acceleratore su una riforma che avrebbe al centro proprio il concetto di staffetta generazionale, con prepensionamenti dei dipendenti statali più anziani per fare posto ai giovani.

Un principio che a Giannini non piace. "Non amo il collegamento tra chi va a casa e chi entra, è necessaria un'alternanza costante". Poi aggiunge, quasi a indorare la pillola alla collega:

Il precariato è una deformazione patologica del principio della flessibilità che va restituito alla sua fisiologicità. Un governo che crede nella flessibilità e non nella sua patologicità, deve trovare gli strumenti e lo sta facendo

Parlando poi di argomenti che toccano ancora più da vicino il suo ministero, Giannini ha annunciato che entro l'estate proporrà al governo e al premier l'adozione di un piano decennale per potenziare la ricerca, uno dei settori in cui il precariato si fa sentire di più.
ITALY-POLITICS-ECONOMY

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail