Tesoro: il fabbisogno del settore statale migliora a marzo

Minori pagamenti delle PA ma più spese per interessi sul debito pubblico per i titoli di Stato in scadenza.

Migliora a marzo il fabbisogno del settore statale pari in via provvisoria a 18,4 miliardi di euro circa, dai 21,987 miliardi fatti segnare a marzo del 2013.

Il Ministero dell'economia e delle finanze fa sapere che nel primo trimestre dell'anno in corso il fabbisogno si è attestato a circa 31,7 miliardi con un miglioramento di circa 5 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2013.

Secondo i dati diffusi nella serata di ieri dal dipartimento del Tesoro, a marzo 2014 rispetto allo stesso mese dell'anno scorso:

"sono stati effettuati minori pagamenti delle pubbliche amministrazioni ma allo stesso tempo è stata registrata una maggiore spesa per interessi sul debito pubblico dovuta alla scadenza dei titoli".

Dal Mef segnalano anche maggiori incassi fiscali specie per il gettito derivante alle accise e dall'Iva che ha fatto registrare un aumento del 6% ascrivibile in larga parte agli scambi interni.

Inoltre - ricorda la nota diffusa da Via XX Settembre - a marzo 2013 era stato sottoscritto dall'Italia l'aumento di capitale della Banca europea per gli investimenti (Bei) per una somma pari a circa 1,6 miliardi.

Piazzale Ministero finanze

  • shares
  • +1
  • Mail