Finanziaria: tutte le liberalizzazioni del Ministro

Liberalizzazioni Liberalizzazioni per tutti i gusti, taxi, pane, farmaci e assicurazione
fate la vostra richiesta e sarete esauditi con gran sollecitazione!

Provvedimenti a portata di tutte le tasche scandiscono un anno finanziario all'insegna di grandi liberalizzazioni su servizi e prodotti dall'impronta fortemente protezionistica. Dopo l'annunciata abolizione dei costi di ricarica per la telefonia mobile (v. Articolo di ieri), su cui l'Autorità per le Telecomunicazioni prenderà una decisione entro un mese, il Ministro Bersani conduce una vera e propria crociata contro i benzinai.
In agenda un aumento dei distributori per una maggiore competitività sui prezzi al consumo e un radicale snellimento delle procedure burocratiche per l'apertura di rifornitori entro il perimetro di centri commerciali e supermercati, come peraltro avviene già da anni oltre confine!

Inizia così la seconda fase operativa della Finanziaria 2007 che traccia un bilancio preliminare sulla prima ondata di liberalizzazioni.
Pollice alto per l'inaugurazione di punti vendita medicinali esterni alle farmacie, che fanno risparmiare alle nostre tasche un bel 20-25% sui medicinali da banco come Aspirina, Voltaren e Moment con una ricaduta positiva sull'intero settore che ha registrato una diminuzione del 9,5% dei prezzi nei 12 mesi. Dei 600 nuovi esercizi aperti (di cui solo in Lombardia) 507 sono piccoli punti vendita di vicinato e solo i rimanenti 93 riguardano corner presso centri commerciali e supermercati.Fugato ogni sospetto sul possibile favoritismo dei grandi centri commerciali, c'è chi pretende un 'ulteriore riforma nella riforma. L'Aduc infatti spinge per l'abolizione della figura obbligatoria del farmacista per la vendita dei medicinali "fai da te".
Un mercato del farmaco il nostro decisamente refrattario a inflessioni di prezzo, che non ha colto i benefici della libera circolazione dei farmaci su territorio Europeo con l'opportunità dell'importazione parallela e ha dovuto attendere inerte l'intervento della mano pubblica.

Successi anche per i panifici, in deciso aumento dal luglio scorso con 1.377 nuove imprese di panificazione, grazie all'abolizione della richiesta della licenza agli enti Camerali. 998 panifici hanno aperto in 6 mesi con la semplice notificazione di apertura attività allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune.

Sul fronte dell'Rc Auto sarà effettiva dal 1 febbraio la nuova normativa sull'indennizzo diretto, applicabile in tutte le ipotesi di danni al veicolo e lesioni di lieve entità del conducente, anche quando nel sinistro siano coinvolti terzi trasportati (80-90% dei sinistri). Il danneggiato potrà ottenere il risarcimento dei danni ricorrendo ad una semplice raccomandata con richiesta di risarcimento alla propria impresa assicurativa con cui abbia stipulato il contratto relativo al veicolo utilizzato.

70 milioni di risparmio netto risultano dal passaggio di competenze da notai a Comune o Uffici (Aci, agenzie di pratiche automobilistiche, motorizzazione) per l'autentica della firma sull'atto relativamente a compravendite di auto, moto e barche. Il risparmio medio stimato per i singoli cittadini è di 30 Euro sulla parcella notarile.

Il grande ciclo riformista non si esaurisce con l'immissione di 1.000 nuove licenze per i taxi e la revoca di vecchi permessi illegali (96 nella sola città di Roma), ma si estende anche ai servizi bancari con il prospettato abbattimento dei costi di chiusura sui conti titoli, ritenuti d'ora in avanti "accessori" dei conti correnti.

Per una mappa sintetica e chiarificatoria su liberalizzazioni e scadenze vi invitiamo a consultare il sito dell'ADUC.

  • shares
  • +1
  • Mail