Renzi: taglio Irpef coperto dalla spending review

Le coperture saranno indicate in dettaglio nel Def, che verrà presentato martedì prossimo.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ieri sera, intervenuto a Otto e mezzo su La7, ha ripetuto ancora una volta che non c'è nessun problema di coperture per il taglio dell’Irpef che da maggio porterà nelle buste paga di 10 milioni di italiani 80 euro in più al mese.

Le detrazioni Irpef consentiranno ai lavoratori dipendenti che percepiscono meno di 1.500 euro di beneficiare del taglio delle tasse.

Incalzato dalla conduttrice Lilli Gruber che chiedeva al premier contezza delle coperture (servono circa 7 miliardi) Renzi tra una battuta e l'altra rispondeva che sarà tutto messo nero su bianco nel Def (Documento di Economia e finanza, l'ex Dpef) che sarà presentato martedì prossimo.

Renzi ha aggiunto che la maggior parte delle risorse arriverà dalla spending review a cui sta lavorando Carlo Cottarelli, anche lui trasferitosi a Palazzo Chigi. Il piano per ridare potere d'acquisto alle famiglie meno abbienti, con cui si spera di rilanciare un po' anche i consumi e quindi il ciclo economico, non comporterà strappi rispetto a parametri europei e ai vincoli di bilancio. L'Italia rispetterà le regole - ha detto ancora Renzi - a partire dal non sforamento del tetto del 3% del rapporto deficit-pil ma:

"Questa Europa sta allontanando le persone, vogliamo cambiarla. Non è un problema di sforare lo 0,1%... Dalla procedura di infrazione siamo usciti e non vogliamo rientrarci. Ci diamo tre mesi di tempo, mettiamo in fila le cose discusse da anni e le facciamo. A quel punto noi iniziamo una battaglia”.

Sulle riforme costituzionali nonostante il mal di pancia di Forza Italia su abolizione delle province e riforma di Palazzo Madama, il premier rassicura:

“Spero che Forza Italia resti nell'accordo sono convinto che anche FI voterà il superamento del Senato, la modifica del titolo V e la nuova legge elettorale".

Solo ottimismo di facciata?

taglio irpef renzi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail