Codice della strada, mini riforma: multe ridotte se pagate subito

Scritto da: -

Tra le novità introdotte dalla proposta di legge che vuole modificare alcune norme del Codice della Strada c’è anche quella relativa al pagamento delle multe.

Con la riforma sarà possibile una riduzione del 20% dell’importo della sanzione se il pagamento viene fatto entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica che ora può arrivare con la posta elettronica certificata (Pec).

Inoltre la multa può essere pagata via Pos, con moneta elettronica, anche grazie a previste convenzioni con le banche e Poste italiane. Chi viene beccato al volante a fare un‘infrazione può insomma risparmiare tempo e soldi.
La mini riforma ha poi inasprito le pene in caso di omicidio colposo alla guida di un’auto: arriva a 5 anni il periodo di revoca della patente a partire dalla data della sentenza di condanna passata in giudicato; a 15 anni se l’omicidio colposo avviene in stato di ebbrezza del conducente con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l o sotto l’effetto di stupefacenti.

Per riavere la patente ci vorrà un nuovo esame. 15 anni di revoca anche in caso di omicidio colposo commesso dai pirati della strada, chi scappa e omette il soccorso.

Per gli Autocaravan è stata ricalcolata la massa limite prevedendo che i veicoli m1 euro5 e successivi, quelli dotati di controllo elettronico di stabilità, impianto gpl/metano e pannelli solari, possono circolare sempre che la massa complessiva a pieno carico non superi del 15% quella indicata nella carta di circolazione.

La proposta di legge è stata votata ieri a larghissima maggioranza dalla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati e sarà in aula a Montecitorio entro la fine di settembre.

Dal disegno di legge delega è stata stralciata la nuova fattispecie di reato di omicidio stradale: diventa un provvedimento autonomo che sarà esaminato insieme dalle  Commissioni Giustizia e Trasporti.

Foto | © TMNews

 

Vota l'articolo:
3.33 su 5.00 basato su 3 voti.