Istat: disoccupazione sempre ai massimi a marzo, al 12,7%

Disoccupazione generale in aumento dello 0,7% sull'anno, quella giovanile del 3,1%.

L'Istat comunica che la disoccupazione giovanile pur restando su livelli record è stabile a marzo rispetto al mese precedente.

Secondo la stima provvisoria dell'Istituto nazionale di statistica diffusa oggi a marzo il tasso di disoccupazione nella fascia d'eta compresa tra 15 e 24 anni (la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro) è pari al 42,7%, dal 42,8% a febbraio, comunque in aumento del 3,1% sullo stesso periodo dell'anno scorso.

In tutto i disoccupati dai 15 ai 24 anni sono 683mila e la loro incidenza sulla popolazione in questa fascia d'età è uguale all'11,4%, lo 0,1% in più su base mensile e lo 0,8% in più su base tendenziale.

Sempre a marzo 2014 secondo i dati preliminari il tasso di disoccupazione generale risulta pari al 12,7%, 0,1 punti percentuali in meno sul precedente mese di febbraio ma in aumento dello 0,7% sull'anno.

L'Istat spiega che il dato è ai massimi dall'inizio delle serie storiche sia mensili (2004) che trimestrali (1977) e di aver rivisto i dati destagionalizzati dei mesi di gennaio e febbraio, al 12,7%.

Gli occupati a marzo sono 22 milioni e 356.000, lo 0,3% in più sul mese precedente (+73.000) ma in calo dello 0,6% sui 12 mesi (-124.000).

In ogni caso da febbraio del 2013 per la prima volta che gli occupati aumentano su base mensile. Il tasso di occupazione arriva al 55,6% (+0,2% sul mese, -0,2% sull'anno) tornando ai livelli dell'estate 2013.


Disoccupazione record

  • shares
  • +1
  • Mail