Italia, il settore servizi cresce sopra le attese ad aprile

Sopra soglia 50, a 51,1. I lavoratori del settore però sono in calo ogni mese da 3 anni. Il comparto vale il 70% del Pil italiano.

L'attività del settore dei servizi italiano torna a crescere ad aprile dopo la battuta d'arresto registrata nel mese precedente, un altro segno di graduale ripresa della nostra economia dopo l'ultimo dato sull'attività manifatturiera, ai massimi da tre anni a questa parte.

L'indice Purchasing Managers'Index (PMI) elaborato da Markit sulla base di un'indagine tra i direttori acquisti è la cartina di tornasole di un settore variegato che copre un insieme di attività che vanno dalla ristorazione ai servizi bancari e che vale circa il 70% del Pil italiano.

L'indice è salito a 51,1 da 49,5 precedente, sopra i 50 punti, soglia che separa la fase di crescita da quella di contrazione, e al di sopra delle previsioni degli analisti interpellati da Reuters, la cui stima si fermava a 50,4.

Il sottoindice dei nuovi ordini è cresciuto a 51,5 da 51,0 di marzo. Le imprese del comparto però hanno continuato a ridurre il personale, un trend negativo che dura da ben 36 mesi. In calo risulta anche e il sottoindice sulle aspettative di business.

L'indice composito, cioè manifattura più servizi, sempre ad aprile 2014 si attesta a 52,6 da 51,1 precedente. Il Pil dell'Italia nell'ultima parte dell'anno scorso è salito di un flebile 0,1% dopo oltre 2 anni di recessione. Secondo le stime del governo nel 2014 l'economia crescerà dello 0,8%.

La lettura finale dell'indice Pmi servizi dell'Eurozona di aprile è confermata invece a 53,1 punti.

Indice Pmi servizi aprile 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail