Matteo Renzi dà l'addio al 740: "Elimineremo un certo modello di dichiarazioni dei redditi"

Il premier in visita a Genova all'Istituto Italiano di Tecnologia loda i ricercatori e garantisce un cambio nelle dichiarazioni dei redditi

740 addio (non) è stato un piacere. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, in visita all'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova, ha infatti annunciato cambiamenti radicali in materia di fisco e documentazione fiscale.

Dopo aver lodato, e sferzato, la ricerca italiana che nell'IIT conosce un settore di eccellenza, riconoscendone meriti scientifici ed avanguardistici:

"Quello che ho visto rende orgogliosi di appartenere alla comunità degli italiani e anche alla comunità degli umani. In questi casi i politici dicono "che bravi" ma io voglio dire che non ci basta. Il mio è un riconoscimento ma anche uno stimolo: se siete qua non c'è spazio per chi si accontenta."

Il primo ministro ha poi affrontato argomenti più "caldi", almeno per l'emotività che scatenano negli interlocutori, tutti di materia fiscale: su tutti il futuro del Fisco italiano, per uno snellimento della burocrazia (che significa anche taglio dei costi per le pa) ed una maggiore "umanizzazione" delle procedure fiscali.

Un futuro, quello del Fisco, che passa innanzitutto dalla cancellazione del modello 740 per la dichiarazione dei redditi:

"Il 740, fortunatamente per loro, non ce l'hanno negli altri paesi e non l'avremo nemmeno noi, perché dal prossimo anno elimineremo un certo modello di dichiarazioni dei redditi"

ha detto Matteo Renzi, che è poi tornato sull'eccellenza tecnologica dell'IIT mostrando la direzione del futuro italiano: l'industria, citando espressamente Ansaldo Energia, rappresenta un asset strategico nel quale il governo intende non solo investire economicamente ma anche a livello di capitale umano.

"Non é vero il sogno di chi pensa che l'Italia debba essere solo un parco a tema. L'Italia deve imparare a gestire meglio le proprie strutture culturali ma deve essere anche leader nella produzione industriale"

ha detto Renzi. Con Ansaldo, ha spiegato il primo ministro, è stato formulato un nuovo accordo internazionale che garantirà nuove commesse anche per Fincantieri: a Genova le due aziende rappresentano uno snodo occupazionale importante.

Italian Premier Matteo Renzi Visits Milan

  • shares
  • +1
  • Mail