Borsa Milano maglia rosa in Europa. Spread a 156 punti

Lo spread chiude a quota 156 punti, dai 183 di venerdì scorso.

La Borsa di Milano chiude la seduta in rialzo del 3,61% con l’indice Ftse mIb a quota 21.493 punti. Denaro a profusione sulle banche, trainate da Bper (+9,2%) e Bpm (+7,1%) mentre sul secondario lo spread Btp/Bund chiude a 156 punti base, con un rendimento che torna sotto il 3% (al 2,97%), sui livelli del 15 maggio, prima del dato negativi sul Pil del primo trimestre, e prima delle elezioni europee. Piazza Affari è maglia rosa tra i maggiori mercati continentali, che chiudono tutti positivi. Subito dietro Atene eon un +2,43% e Francoforte a +1,28%. La più timida è Parigi che archivia comunque la seduta in progresso dello 0.75%.

Secondo alcuni analisti questo è il momento di puntare sull'azionario italiano con i gestori che invitano a scommettere sui ciclici e anche sulle utilities: tra fra le riforme nell'agenda del governo Renzi è infatti previsto un consolidamento del settore. Mario Spreafico, chief investment officer a Schroders investment management Italy a La Stampa spiega che dalle europee è uscito:

"un messaggio di stabilità e siano stati cancellati i timori di una forte affermazione di Grillo. Guardando su un tempo più lungo l’iniezione di fiducia delle elezioni andrà a beneficiare anche altri settori, e quindi anche gli industriali".

L'obiettivo di breve periodo sarebbe quindi quello di puntare alla riduzione dello spread tra titoli di Stato italiani e tedeschi per favorire gli acquisti nel settore creditizio.

Europee: Piazza Affari brinda a Renzi. Spread giù

Piazza Affari festeggia i risultati delle elezioni europee che in Italia hanno incoronato il partito del premier Matteo Renzi, che ha preso oltre il 40%.

L’indice Ftse Mib apre infatti in rialzo dell’1,98% a 21.143 punti. In evidenza Bpm (+4,8%): l'aumento di capitale si è concluso con il 99,5% delle sottoscrizioni per un controvalore di 497.146.891,23 di euro in totale. Pirelli invece guadagna il 2,75% dopo l'accordo sull'ingresso del colosso russo del petrolio Rosneft.

Nonostante la forte ondata di euroscetticismo che ha investito il vecchio continente, e alcuni Paesi più altri, dopo i primi scambi sono positive anche le altre borse valori europee. Francoforte sale dello 0,58%, Parigi (dove ha trionfato Marine Le Pen) dello 0,23%, Madrid dello 0,42%. La piazza finanziaria di Londra, il maggior mercato continentale, è chiusa per festività.

Sul mercato secondario lo spread Btp-Bund è in calo stamattina in scia alla stabilità politica italiana che a questo punto non sembra in discussione, con queste europee che danno al premier non eletto una sorta di legittimazione popolare e nuovo vigore al governo.

Il differenziale tra i titoli di stato italiani a 10 anni e gli omologhi tedeschi avvia le contrattazioni a quota 166 punti, in deciso calo dai 183 punti di venerdì scorso. Il rendimento del decennale del Tesoro cala così al 3,08%.

Elezioni europee vince Renzi Borsa

Vota l'articolo:
4.25 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail