Assunzioni con lo sconto per i disoccupati

Oneri sociali tagliati del 50% per i datori di lavoro. La circolare 28/2014 dell'Inail.

Premi assicurativi Inail scontati per i datori di lavoro che assumono disoccupati. Lo sgravio del 50 previsto per i contributi dovuti all’Inps è applicabile anche ai premi assicurativi dovuti all’Inail che quindi vanno pagati per la metà a partire dalle nuove assunzioni effettuate nel 2013. Dell'agevolazione possono beneficiare gli imprenditori che assumono disoccupati con almeno 50 anni d’età.

A spiegarlo è la stessa Inail - l'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali - nella circolare numero 28 del 2014 in cui vengono illustrate le misure introdotte dalla riforma del mercato del lavoro che porta il nome dell'ex ministra Fornero (governo Monti).

Nei fatti una controriforma che, complice la congiuntura economica, non ha avuto i previsti impatti benefici sull'occupazione, ma è stata foriera di nuova precarietà: oggi la disoccupazione generale è quasi al 13% e quella giovanile quasi al 43%. Il governo Renzi ha reso ancora più flessibili, cioè precari, i contratti a termine, a tutto favore di chi dovrebbe assumere.

Ma vediamo questi incentivi previsti dalla legge Fornero, la 92 del 2012. La riduzione a metà di tutti gli oneri sociali, cioè contributi Inps e premi Inail, dovuti dai datori di lavoro è prevista dall'uno gennaio 2013 in poi se questi effettuano assunzioni di over 50 disoccupati da oltre 12 mesi e/o di donne di ogni età senza impiego da almeno 24 mesi o senza lavoro da almeno 6 mesi e appartenenti a particolari aree geografiche.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail