Il fabbisogno del settore statale migliora a maggio

Nei primi cinque mesi dell'anno il fabbisogno è migliorato di 8.200 milioni rispetto allo stesso periodo del 2013.

Nel mese di maggio 2014 il fabbisogno del settore statale (l’andamento di cassa di entrate e uscite) è migliorato essendo pari, in via provvisoria, a circa 6.400 milioni, contro gli 8.505 milioni del mese di maggio 2013. Lo comunica il ministero dell'economia e delle finanze.

Da gennaio a maggio del 2014, nei primi 5 mesi dell'anno, il fabbisogno pubblico si è attestato a 48.254 milioni circa, con un miglioramento pari a 8.200 milioni rispetto allo stesso periodo del 2013.

Secondo quanto spiega il Tesoro in una nota:

Rispetto allo stesso mese dell'anno precedente si registra un aumento delle entrate fiscali imputabile, in larga misura, allo slittamento al mese di maggio della prima rata del pagamento dei premi Inail e all'incasso di dividendi che nell'anno 2013 ebbe luogo nel mese di giugno. Si segnala, inoltre, l'incasso dei proventi delle aste relative alla cessione di quote di emissione di gas a effetto serra in base all'European Union Emissions Trading Scheme.

Oltre agli aumentati incassi, il Tesoro, sempre nei primi 5 mesi dell'anno, ricorda i maggiori pagamenti per gli interessi sui titoli del debito pubblico, dovuti per la scadenza di cedole, e i maggiori prelevamenti dai conti in tesoreria per il pagamento di debiti pregressi.

Piazzale Ministero finanze

  • shares
  • +1
  • Mail