Borse deboli aspettando la BCE

Lo spread Btp/Bund apre a 169 punti base.

Le borse europee avviano le contrattazioni deboli, girando intorno alla parità o poco sopra. Gli occhi sono puntati sulle decisioni di politica monetaria della Banca centrale europea che saranno comunicate dopo il board di oggi.

I mercati sperano che la Bce decida finalmente di intervenire con misure straordinarie, cioè con un allentamento quantitativo: l'acquisto di asset, immetterebbe liquidità nel sistema combattendo la bassa inflazione e facendo da volano per la ripresa dell'economia come è successo con la politica monetaria praticata dalla Fed in Usa e dalle BoJ in Giappone.

A Piazza affari l'indice principale Ftse Mib sale in avvio dello 0,13% a 21.650 punti, l’All-Share dello 0,09% a 23.034 punti. La borsa di Londra, il maggior mercato continentale, perde lo 0,01%, piatta Francoforte, Parigi cede lo 0,05% e Madrid lo 0,02%.

Anche in Asia i mercati azionari sono attendisti: Shanghai si avvia verso una chiusura positiva (+0,5%) dopo i dati sull'indice pmi servizi cinese, Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,08%, Hong Kong in lieve calo e Seul ha ceduto lo 0,6%.

Sul fronte valutario la moneta unica europa avvia la giornata poco mossa, a 1,3604 dollari sui livelli di ieri. L'euro è invece in leggero calo sullo yen, passando di mano a 139,52.

Sul mercato secondario italiano lo spread Btp-Bund decennali apre a 169 punti, con un tasso del Btp che si attesta sopra il 3%, al 3,12%.

(nel video in alto: La Bce taglia i tassi al minimo storico - novembre 2013)

borse 10 feb 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail