Bollo Auto 2015: aumenti anche del 12%

La misura all'interno della riforma della pubblica amministrazione.

Rc Auto Sconti

La riforma della Pubblica Amministrazione che sarà varata dal consiglio dei ministri di domani contiene al suo interno una brutta sorpresa: l'aumento del bollo auto. La misura si trova all'articolo 15 della bozza di riforma, in cui si parla dell'istituzione di un archivio unico e della annotazione nella carta di circolazione dei dati di proprietà dell'auto. Il documento verrà rilasciato dal ministero delle Infrastrutture a cui è conferita anche la vigilanza e il controllo dell'attività svolta dal pubblico registro automobilistico.

All'interno di questo articolo si trova la voce che riferisce del probabile aumento del bollo auto: il ministro dell'Economia stabilirà le misure dell'imposta regionale di immatricolazione per tipo, categoria, emissioni e potenza dei veicoli. Gli importi delle tasse auto possono aumentare per il solo 2015 fino a un massimo del 12%.

Aumenta il bollo quindi, ma solo per il 2015, mentre viene invece abolito il superbollo, la sovrattassa di proprietà sulle auto potenti. Abolita anche l'imposta provinciale di trascrizione, che colpisce sia il nuovo sia l'usato, a prendere il suo posto ci sarà un nuovo tributo, che andrà alle Regioni e alle Province autonome: l’imposta regionale di immatricolazione (Iri) che graverà solo sugli acquisti del nuovo, in una misura che verrà stabilita con decreto ministeriale e sarà suscettibile di variazioni locali fino al 30% sulle tariffe nazionali.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1367 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO