Istat: ad aprile export in leggero aumento

Ad aprile 2014 il saldo commerciale italiano è positivo per 3,5 miliardi (+1,5 mld sul 2013). Bene le vendite nell'Ue.

L'export italiano ad aprile è in leggero aumento secondo quanto comunica questa mattina l'Istat che certifica un aumento dello 0,4% delle vendite oltreconfine e un contestuale calo delle importazioni (-0,6%).

Ad aprile 2014 il saldo commerciale italiano è positivo per 3,5 miliardi, in miglioramento rispetto ai 2 miliardi di aprile 2013, per un avanzo registrato sia con i paesi Ue (+1.851 milioni) che con quelli extra Ue (+1.654 milioni). Al netto dei prodotti energetici la bilancia commerciale è in attivo per 7 miliardi.

L’aumento congiunturale delle esportazioni è stato trainato dalle vendite verso i mercati dell'Unione Europea (+0,9%) mentre in quelli extra Ue l'export fa segnare una lieve flessione (-0,2%).

L’espansione sui mercati esteri riguarda tutti i principali raggruppamenti di prodotti, a eccezione dei beni strumentali (-1,5%). Il calo congiunturale dell’import è da imputare alla flessione degli acquisti dai paesi dell'Ue (-1,4%). L'Istat rileva un consistente calo per i prodotti intermedi (-3,5%) e i beni di consumo durevoli (-2,7%) e una crescita dell’import di prodotti energetici (+3,4%).

Nel periodo febbraio-aprile 2014, la riduzione congiunturale delle esportazioni (-0,7%) è determinata dall’area extra Ue (-1,9%) mentre le vendite verso l’area Ue risultano in moderata espansione (+0,3%).

La flessione dell’import (-1,5%) risulta essere più ampia per gli acquisti dall’area extra Ue (-2,5%) e per entrambi i flussi l’energia ha avuto un'influenza negativa; al netto dei prodotti energetici l’export è infatti stabile e l’import cresce dell’1,1%.

  • shares
  • +1
  • Mail