Tariffe elettriche: mercato liberalizzato ma le bollette restano alte

Il rapporto annuale dell'Authority.

Secondo la relazione del presidente dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico, Guido Bortoni, le tariffe della luce rimangono elevate con i prezzi dei servizi essenziali per le famiglie che nonostante la liberalizzazione del mercato (molto all’italiana) non mostrano segnali di diminuzione.

Nel presentare, ieri, il rapporto annuale dell'Authority sulle tariffe elettriche alla Camera dei deputati Bortoni si è detto soddisfatto per il provvedimento del governo volto a tagliare del 10% il prezzo dell’energia elettrica alle imprese chiedendo però al contempo che il governo si concentri ora soprattutto sull’abbassamento delle tariffe di luce e acqua per le famiglie (per il gas si è avuto nel 2013 un ribasso di oltre il 7% dice Bortoni, nel video in alto).

La morosità dei nuclei familiari che, causa crisi, non riescono a pagare le bollette è infatti in salita mentre il bonus sociale luce e gas è stato richiesto soltanto dal 35% delle famiglie.

Come intervenire per abbassare il costo delle tariffe? Innanzitutto secondo Bortoni va incentivato l’utilizzo del bonus legandolo ed equiparandolo alla situazione Isee. Inoltre sempre secondo il presidente dell’Authority alle famiglie morose non dovrebbe essere sospeso con la facilità attuale il servizio elettrico, vista la difficile congiuntura economica.

Bortoni ha poi rilanciato il progetto della bolletta 2.0: una sola e chiara sia per il gas sia per la luce che permetta di confrontare le diverse tariffe presenti sul mercato.

A picture taken on January 6, 2012 in Go

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail