Fisco: Gdf scopre 3.000 evasori totali

460 i milioni di euro sequestrati agli evasori fiscali tra gennaio e maggio.

La Guardia di Finanza diffonde i numeri del contrasto all’evasione fiscale nei primi cinque mesi del 2014, in occasione della festa per il 240° anniversario della costituzione del corpo. Le fiamme gialle hanno scoperto frodi, truffe e spreco di pubblico denaro per 2,1 miliardi, e 3.070 evasori totali, gente del tutto sconosciuta al fisco. E ancora appalti irregolari per circa 1,1 miliardi e 1.435 soggetti responsabili di reati contro la pubblica amministrazione.

Le frodi cosiddette carosello invece, realizzate con società scatole vuote create ad hoc per l’emissione di fatture false, sono costate all’erario un'evasione Iva di oltre 235 milioni, per 146 soggetti denunciati. 460 i milioni di euro sequestrati in tutto agli evasori fiscali.

Per scontrini e le ricevute, i dati delle verifiche di gennaio-maggio 2014 non si discostano da quelli dell'anno precedente: a fronte di 163.280 controlli effettuati nel 32,5% dei casi sono state riscontrate irregolarità, anche se per il ministro dell'economia Padoan non è con i blitz "dimostrativi" nei negozi e negli esercizi commerciali che si contrasta l'evasione.

Secondo il titolare di Via XX settembre comunque:

"E' urgente intervenire per contenere l'elevata pressione fiscale che è ostacolo al ritorno a ritmi di crescita in linea con i partner internazionali".


Il governo mira, con la delega fiscale:


"a rendere più equo l'onere del prelievo fiscale" perché bisogna "tenere conto delle difficoltà dei contribuenti onesti. Un fisco equamente distribuito consentirà di affrontare meglio questo momento".


Tornando all'attività della Gdf, questa ha poi scoperto frodi allo Stato e all'Ue per 550 milioni, su 10.500 verifiche eseguite, per un sequestro di beni pari a 195 milioni e un danno erariale segnalato alla Corte dei Conti di 1,6 miliardi.

Per quel che riguarda i reati contro le pubbliche amministrazioni la Finanza ha denunciato 1.435 persone (126 arrestate). Per le truffe sugli appalti pubblici, sulle procedure di affidamento lavori manipolate o comunque irregolari, il danno per il Fisco assomma a 1,1 mld, per 374 persone denunciate (di cui 34 finite in manette). L’aggressione ai patrimoni delle mafie ha portato infine a un sequestro di beni per 2,4 miliardi e a confische per 413 milioni di euro.

Operazioni Guardia di Finanzia su evasione fiscale nel 2013

  • shares
  • +1
  • Mail