Rc Auto: per il 95% degli italiani è più cara che nel resto d'Europa

Lo standard europeo è di 250 euro. In Italia, il doppio.

Non è una gran sorpresa scoprire che la Rc Auto italiana è molto più cara che nel resto d'Europa, ogni volta però i numeri che saltano fuori sono, loro sì, sorprendenti. "Solo il 5% degli assicurati paga un premio paragonabile a quello medio europeo di 250 euro", ha spiegato il presidente dell'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass), Salvatore Rossi. E gli altri? Molto di più, visto che la media è di 500 euro.

Un numero che è più basso del 3,8% rispetto all'anno precedente, ma che comunque certifica una volta di più come le polizze auto siano davvero troppo care, soprattutto rispetto agli altri paesi dell'Unione Europea. Ma qual è la ragione? Secondo gli studi, manca la concorrenza nel settore, visto che i primi cinque gruppi assicurativi detengono il 70% del mercato. E così, si determina una forte ingiustizia nei confronti di chi qualche incidente, anche una inezia, nel corso degli anni l'ha fatto. Costoro si ritrovano a pagare un premio anche triplo di chi incidenti non ne ha fatti.

Con il risultato che la Rc Auto può schizzare dai 400 euro (che da noi sono considerati una cifra bassa) ai 1.200. Ma si sa anche benissimo qual è un'altra ragione che fa sì che in Italia si paghi così tanto. E questa volta la colpa non è delle compagnie assicurative: nel nostro paese non viene meno la malsana abitudine di frodare le compagnie assicurative, che così si trovano ad avere spese molto maggiori che nel resto d'Europa. Costi per i quali le compagnie si rivalgono sui consumatori, che sono così maggiormente incentivati alla frode: un bel circolo vizioso.

Assicurazione Automobile a rate Unipol

  • shares
  • +1
  • Mail