Tariffe: in 10 anni aumenti record, liberalizzazioni flop

La Cgia di Mestre: Dopo le liberalizzazioni solo i servizi telefonici hanno conosciuto un calo dei prezzi.

Le tariffe dei servizi pubblici in Italia negli ultimi 10 anni sono aumentate a livelli record. A cominciare dall'acqua, che ha subito un rincaro dell'85,2%. Le tariffe dei rifiuti invece sono salite dell'81,8%, quelle dei pedaggi autostradali del 50,1% e quelle dei trasporti urbani del 49,6%.

Sono 10 le voci prese in esame dalla Cgia di Mestre che ha eseguito lo studio e che oggi spiega che solo i servizi telefonici non sono rincarati, ma anzi sono diminuiti del 15,9%, per una delle poche liberalizzazioni che in Italia sembra alla lunga aver agevolato davvero la concorrenza e i consumatori.

In questi ultimi dieci anni, l'inflazione è invece aumentata del 23,1%. L'analisi dell'associazione artigiana mestrina ha preso in considerazione l'aumento delle tariffe dei principali servizi nel periodo che va dall'anno di liberalizzazione del settore in esame fino al 2013.

Vogliamo parlare delle assicurazioni sui mezzi di trasporto? Beh, non è una sorpresa, ma qui il caso è emblematico: l'aumento da quando il mercato è stato liberalizzato ammonta al 197,1%, 4 volte più della crescita dell'inflazione.

Il presidente della Cgia Giuseppe Bortolussi commenta:

"Noi non siamo a favore di un'economia controllata dal pubblico. Segnaliamo che le liberalizzazioni hanno portato pochi vantaggi ai consumatori. Anche perché in molti settori si è passati da un monopolio pubblico ad un regime oligarchico che ha tradito i principi legati ai processi di liberalizzazione. Pertanto, invitiamo il Governo Renzi a monitorare con molta attenzione quei settori che prossimamente saranno interessati da processi di deregolamentazione. Non vorremmo che tra qualche anno molti prezzi e tariffe, che prima dei processi di liberalizzazione/privatizzazione erano controllati o comunque tenuti artificiosamente sotto controllo registrassero aumenti esponenziali con forti ricadute negative per le famiglie e le imprese".

Rincari pesanti anche per i pedaggi autostradali, del 62,7%; per i trasporti ferroviari, del 57,4; per il gas del 53,5%, e per i servizi postali, del 37,8%.

liberalizzazioni flop

  • shares
  • +1
  • Mail