Indesit lascia l'Italia: venduta all'americana Whirlpool

Accordo con l'americana Whirlpool per la cessione della partecipazione di Fineldo in Indesit e con la famiglia Merloni per l'acquisto di azioni pari al 60,4% di Indesit Company.

Anche la Indesit company, la nota azienda di elettromodestici fondata negli anni Cinquanta a Torino poi passata sotto il controllo della famiglia Merloni nel 1983, lascia l'Italia.

È stato infatti trovato l'accordo con l'americana Whirlpool per la cessione della partecipazione di Fineldo in Indesit, e anche con la famiglia Merloni per l'acquisto di azioni pari al 60,4% del capitale, ovvero il 66,8% dei diritti di voto, di Indesit Company.

Il prezzo di acquisto è stato fissato a 11 dollari per ogni azione Indesit, per un prezzo totale di acquisto di 758 milioni di dollari. Per il resto delle azioni Whirpool lancerà un'opa (offerta pubblica di acquisto), offrendo 11 euro per azione come prevede la legge italiana, non prima del closing relativo alla vendita delle partecipazioni di Fineldo e della famiglia Merloni.

Whirlpool ha in pratica sottoscritto accordi di compravendita di azioni sia di Fineldo, per una partecipazione pari al 42,7% del capitale di Indesit, sia con alcuni membri della famiglia Merloni per una partecipazione pari al 17,6% del capitale di Indesit.

Gian Oddone Merli, amministratore delegato di Fineldo commenta l'accordo reso noto oggi:

"L’accordo annunciato oggi ha l’obiettivo di dotare Indesit di tutti gli strumenti per costruire un futuro solido e sostenibile. Nel corso di un dialogo durato molti mesi, Whirlpool ha dimostrato di essere il partner giusto in grado di esprimere una progettualità che premi il percorso di crescita e di attenzione alla qualità che ha sempre caratterizzato Indesit. I benefici che Indesit trarrà da questo investimento sono molteplici, non ultimo la possibilità di permettere al proprio know-how e ai propri prodotti di raggiungere una scala davvero globale”.

Jeff Fettig, presidente e chief executive officer di Whirlpool Corporation ha detto:


"Ci aspettiamo che questa opportunità posizioni il nostro business europeo su un percorso di crescita e di continua creazione di valore insieme a una società di riconosciuto standing e affermata quale Indesit. Whirlpool valuta i progetti di acquisizione basandosi su complementarietà strategica, creazione di valore per gli azionisti, e un elevato livello di fiducia nella propria capacità di portare a termine l’operazione. Riteniamo che questa acquisizione ci posizionerà in maniera ideale per una crescita sostenibile in un mercato altamente competitivo e sempre più globale quale quello degli elettrodomestici in Europa".

L'operazione dovrebbe concludersi entro la fine del 2014. Intanto in borsa si festeggia la raggiunta intesa, a Piazza Affari stamattina il titolo di Indesit sale del 3,04% a 10,85 euro. L’acquisizione del controllo di Indesit dovrà comunque passare al vaglio del tribunale di Ancona e delle autorità antitrust.

Tennis Masters Cup Shanghai


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail