Istat: inflazione a giugno ai minimi dal 2009

+0,1% mensile, +0,3% annuo. L'inflazione acquisita per il 2014 rimane stabile allo 0,3%. Costo della vita ai minimi da 5 anni e ripresa lontana.

L'Istat conferma le sue stime preliminari sull'inflazione di giugno. L'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività, al lordo dei tabacchi il mese scorso è salito dello 0,1% rispetto al mese precedente e dello 0,3 su base tendenziale, rispetto a giugno 2013, dal +0,5% di maggio.

L'aumento dello 0,3% annuo dell'inflazione a giugno rappresenta il livello più basso da 5 anni a questa parte, ai minimi da ottobre 2009, quando l'indice dei prezzi al consumo mostro la stessa variazione. La spirale bassi consumi-bassi prezzi, con il famoso bonus di 80 euro che non sembra aver avuto gli effetti sperati, continua ad autoalimentarsi; viene in mente l'immagine di un cane che si morde la coda.

Il calo dell'inflazione è imputabile all'accentuarsi della diminuzione dei prezzi degli alimentari non lavorati e in misura minore alle flessioni della crescita annua dei prezzi degli alimentari lavorati, dei beni energetici non regolamentati e dei servizi relativi all'abitazione.

L'inflazione di fondo, cioè al netto degli alimentari freschi e dei beni energetici, cala a giugno allo 0,7%, dallo 0,8% del precedente mese di maggio, mentre al netto dei soli beni energetici si attesta allo 0,5%, dallo 0,6% di un mese prima.

Il leggero aumento mensile dell'indice generale è attribuibile soprattutto ai rialzi dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+0,7%) tariffe su cui incidono però fattori stagionali.

L'inflazione acquisita per l'anno in corso rimane stabile allo 0,3%. Nel confronto con giugno 2013, i prezzi dei beni calano dello 0,3% (da -0,1% di maggio) e il tasso di crescita dei prezzi dei servizi diminuisce allo 0,8% (da +0,9% precedente).

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona rimangono stabili su base congiunturale ma diminuiscono dello 0,5% su base annua, da +0,1% del precedente mese di maggio.

I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto sempre a giugno 2014 salgono dello 0,1% sul mese precedente e dello 0,3% su giugno del 2013, dal +0,5% registrato a maggio.


L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca) sale dello 0,1% in termini congiunturali e dello 0,2% su base tendenziale, in frenata di due decimi di punto percentuale su maggio, con la stima preliminare che anche qui risulta essere confermata.

Infine l'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (Foi), al netto dei tabacchi, cresce dello 0,1% su base mensile e dello 0,3% annuo.

Inflazione Italia giugno 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail