Saldi estivi: il bonus di 80 euro non stimola gli acquisti

Il monitoraggio di Federazione Moda Italia-Confcommercio. Scontrino medio di circa 98 euro (+6 sul 2013). Consumatori: dati troppo ottimistici.

I saldi estivi 2014 sono cominciati da ormai quasi due settimane in tutta Italia senza scaldare troppo però, del resto le previsioni dei consumatori stimavano addirittura un calo degli acquisti nell'ordine dell'8% rispetto all'anno scorso.

E chi sperava che sarebbe stato il famoso bonus di 80 euro in più in busta paga ad avere un effetto traino sulle vendite con lo sconto è rimasto deluso.

Dal credito d'imposta non è arrivato quell'effetto di stimolo sugli acquisti che le imprese, specie del comparto della moda, si attendevano. Probabilmente tanti tra i circa 10 mln di lavoratori dipendenti dal reddito medio basso che beneficiano della misura, che sarà resa strutturale con la legge di Stabilità 2014 assicurano dal governo, hanno deciso di impiegare diversamente gli 80 euro. Magari rimpinguando i risparmi erosi in questi anni di crisi.

Secondo il monitoraggio di Federazione Moda Italia, cioè di Confcommercio, l'andamento dei saldi estivi quest'anno mostra solo un modesto miglioramento con un dato medio in salita di appena lo 0,78% rispetto ai saldi di fine stagione del 2013.

Più in dettaglio il 60% delle imprese ha riscontrato un aumento o stabilità degli introiti, mentre il 40% parla di un peggioramento rispetto al 2013. Lo scontrino medio da 92 euro dell'anno scorso passa a poco meno di 98 euro quest'anno.

Le vendite in saldo rispetto al 2013 risultano in sostanza stabili a Roma, Napoli, Bologna, Genova e Cagliari. In salita a Milano con un +4%, a Venezia, +3%; Torino, +1,5%; Bari, +2% e Palermo +5%.

Secondo l’Osservatorio Nazionale di Federconsumatori quelle di Federmoda sono comunque stime troppo ottimistiche:

“Secondo i nostri dati, dopo la drammatica contrazione dello scorso anno (di oltre il -9%), la stagione estiva 2014 segnerà un'ulteriore diminuzione tra il -3% ed il -4%, appena una famiglia su tre acquisterà a saldo, con una spesa che si attesterà a circa 113 Euro a famiglia. Il giro di affari complessivo ammonterà quindi a meno di 1 miliardo di Euro (per la precisione 912 milioni di Euro)”

si legge nella nota diffusa dall’Osservatorio e dall'Adusbef.

Pessimi risultati per i saldi estivi 2013

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail