L'occhio dell'anagrafe tributaria sbircia nel portafoglio degli Italiani

Anagrafe tributaria Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale di ieri i nuovi provvedimenti sull'Anagrafe tributaria, firmati dal direttore dell'Agenzia delle entrate in persona, Massimo Romano, entrano a far parte a pieno titolo della disciplina dei rapporti tra clienti e intermediari finanziari/assicurazioni. Si tratta di una semplificazione procedurale nella comunicazione dei dati relativi a conti correnti e sinistri stradali ad un ente centralizzato dell'Anagrafe tributaria che riguarderà esclusivamente banche ed assicurazioni (v. articolo).
Saranno così inevitabilmente messe a nudo al cospetto del vigile occhio fiscale alcune informazioni sensibili tra cui il codice fiscale e i dati identificativi. Banche ed assicurazione dovranno munirsi di uno speciale SW messo a disposizione dalla stessa Agenzia delle Entrate al fine di una verifica centralizzata della congruenza dei dati pervenuti.
Vediamo nel dettaglio le novità introdotte:

Conti correnti

Gli intermediari finanziari dovranno provvedere alla notifica della sussistenza di rapporti con i contribuenti, il suo inizio ed eventuale fine senza specificarne il contenuto. La misura dovrebbe notevolmente snellire le procedure nel caso di indagini su illeciti fiscali o finanziari, che verranno rigorosamente svolte tramite l'utilizzo di posta elettronica certificata a protezione della privacy.
La comunicazione avverrà entro il 30 aprile per tutti i rapporti cessati o in essere tra il 1 gennaio 2005 e il 31 dicembre 2006. Per le modifiche intervenute fino al 30 aprile 2007 invece le comunicazioni saranno effettuate entro il 31 maggio.

Assicurazioni

Le Assicurazioni provvederanno invece a comunicare all'Anagrafe tributaria le informazioni relative all'ammontare delle somme
liquidate, erogate a decorrere dal 1° ottobre 2006, l'identificativo del sinistro, il codice fiscale o la partita IVA del beneficiario e
dei soggetti le cui prestazioni sono state valutate ai fini della quantificazione della somma liquidata, entro il 30 aprile. La scadenza verrà normalizzata ad una ricorrenza annuale per le comunicazione relative ai soggetti che abbiano reso prestazioni o fornito beni per il risarcimento degli incidenti. In questo caso, precisa il Sole 24 Ore, lo strumento intende monitorare la correttezza dei contribuenti "terzi" ossia medici, professionisti, periti, carrozzieri, meccanici, etc.

Sicurezza

Il provvedimento garantisce inoltre la assoluta sicurezza nella trasmissione dei dati, garantita dal sistema di invio telematico dell'Anagrafe tributaria basato su un meccanismo di autorizzazione a doppio fattore, consistente in un codice identificativo dell'utente abbinato ad una specifica password. Per usufruire di alcuni servizi erogati in rete e' previsto l'inserimento di un ulteriore codice PIN personale dell'utente, non utilizzabile da altri soggetti. L'autentica è assolutamente personale per ciascun incaricato del trattamento. La riservatezza nella trasmissione dei dati e' altresi' realizzata attraverso un meccanismo basato su chiavi «asimmetriche» che garantiscono la cifratura dell'archivio da trasmettere.

Certo è che visti gli ultimi scandali (v. articolo) non è facile rimanere tranquilli....

  • shares
  • Mail