L'attività economica dell'eurozona frena oltre le attese ad agosto

Un valore maggiore di 50 punti indica una crescita dell' attività nella zona euro. L'indice Pmi composito di Markit.

Secondo le stime preliminari di Markit Economics l'indice PMI composito per l'eurozona - manifattura più servizi - risulta in calo ad agosto su base congiunturale, arretrando a 52,8 punti dai da 53,8 di luglio.

Il valore dell'indice rimane sempre sopra quota 50, soglia che separa le fasi di crescita da quelle di contrazione dell'intera attività economica - ma è al di sotto delle previsoni degli analisti che avevano stimato un calo più lieve a 53,4 punti.

In ogni caso il Pmi composite index di Eurolandia riflette le difficoltà di ripresa dell'area la cui economia è fiaccata da un oltre un lustro di profonda crisi economica.

Nel dettaglio, l'indice relativo al comparto manifatturiero ad agosto 2014 è risultato in flessione rispetto a luglio, scendendo da 51,8 a 50,8 punti, il livello più basso da oltre un anno a questa parte (13 mesi) contro la previsione di un calo a 51,4 punti.

L'indice relativo ai servizi sempre su base mensile è invece calato ad agosto a 53,5 punti, dai 54,2 di luglio, mentre gli economisti prevedevano una riduzione a 53,6 punti.

PMI manifattura  aprile 2014

  • shares
  • +1
  • Mail