Vacanze estive solo per un italiano su due

Il Codacons: a pesare la crisi e le condizioni meteo. In fumo 50mila posti di lavoro stagionali.

A causa della crisi economica e del maltempo l'estate 2014 è stata la peggiore degli ultimi 20 anni secondo il Codacons che spiega come solo che solo un italiano su due sia andato in vacanza, sempre più spesso low cost.

L'associazione dei consumatori parla di dati "assolutamente desolanti" sulle presenze turistiche in Italia a giugno, luglio e nei primi 15 giorni di agosto.

"L'estate 2014 sarà ricordata come la peggiore dell'ultimo ventennio sul fronte delle presenze presso lidi, stabilimenti e strutture varie e del fatturato registrato dal settore turistico"

si legge in un nota del Codacons.

Le presenze nei lidi e negli stabilimenti balneari sono scese in media del 30% rispetto all'anno scorso, per un danno complessivo per il settore turistico stimato in almeno 1,5 miliardi di euro. Ciò significa pure che il comparto tra giugno e metà agosto ha visto andare in fumo ben 50mila posti di lavoro stagionali. "

Si tratta di dati drammatici che vanno affrontati in modo serio e con misure adeguate. Riteniamo che, in tale contesto, sia auspicabile ritardare l'apertura delle scuole all'1 ottobre, lasciando alle famiglie la facoltà di scegliere se usufruire a settembre delle vacanze non godute ad agosto, con benefici per il settore turistico e per l'intera economia nazionale"

commenta il presidente del Codacons, Carlo Rienzi.

Intanto per la maggior parte dei fortunati che in vacanza sono potuti andare è tempo di controesodo. Ferrovie dello Stato informa che saranno 750mila i viaggiatori che nel quarto fine settimana di agosto sceglieranno Trenitalia sia per tornare dalle località di vacanza sia per raggiungerle.

vacanze al mare

  • shares
  • +1
  • Mail