Commercio, Codacons: il bonus da 80 euro ha fatto flop

Il Codacons: "gli effetti del bonus sono stati peggiori di qualsiasi aspettativa"

I dati diffusi oggi dall'Istat sulle vendite al dettaglio a giugno mostrano come il bonus da 80 euro introdotto dal governo Renzi per quasi 11 mln di lavoratori dipendenti, da maggio in poi, si sia rivelato un grosso flop.

Chi sperava che sarebbe bastato a far ripartire i consumi ha preso un clamoroso abbaglio. A sostenerlo è l'associazione dei consumatori Codacons, che commenta i dati forniti dall'Istituto nazionale di statistica.


"Gli effetti del bonus sono stati deludenti e peggiori di qualsiasi aspettativa, e non hanno prodotto alcun risultato sul fronte dei consumi e delle vendite, esattamente come previsto dal Codacons. Si tratta di un flop su tutti i fronti, e le ripercussioni del calo delle vendite si faranno sentire anche nei prossimi mesi".

Il commercio:

"sta vivendo una crisi gravissima causa dell'impoverimento delle famiglie e della costante riduzione del potere d'acquisto dei cittadini, che non riescono più a comprare. Gli effetti di tale stato di cose per l'economia italiana sono devastanti: solo nei primi 6 mesi del 2014, si sono registrati più di 8.000 fallimenti di imprese, con un incremento del 10% rispetto al 2013, e il settore più colpito è stato proprio quello del commercio".

Perciò il governo Renzi:

"deve cambiare strategia: la strada maestra da seguire per uscire dal pantano in cui versa l'economia nazionale, è incrementare il potere d'acquisto dei cittadini, con misure strutturali, riduzione delle tasse, sgravi e incentivi ai consumi"

secondo il presidente del Codacons Carlo Rienzi.

Intanto Confesercenti spiega che nel primo semestre del 2014 il settore commercio nel suo complesso ha perso circa 2,2 miliardi di euro di fatturato e che un'attività commerciale su quattro ormai vive meno di tre anni.

  bonus 80 euro e domanda interna

  • shares
  • +1
  • Mail