Italia in deflazione: è la prima volta dal 1959

Le stime preliminari dell'Istat. Prezzi -0,1% ad agosto. L'inflazione acquisita per il 2014 si attesta allo 0,4%

L'Italia scivola in deflazione, ad agosto i dati Istat mostrano il primo tasso di crescita negativa su base annua dal lontanissimo settembre 1959, quando l'indice dei prezzi al consumo fece segnare un -1,1%.

Secondo i dati provvisori dell'Istat l'indice Nic dei prezzi al consumo al lordo dei tabacchi questo mese è cresciuto di un misero 0,2% su base congiunturale calando però dello 0,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

La mediana delle previsioni raccolte fra gli analisti da Reuters indicava una crescita dello 0,1% sul mese e una flessione annua dello 0,2%

L'Istat spiega che:

"La dinamica tendenziale dell'indice generale è da imputare principalmente all'accentuarsi della flessione su base annua dei prezzi dei Beni energetici (con quelli non regolamentati che da +0,4% di luglio passano a -1,2%) e al rallentamento della crescita tendenziale dei prezzi dei servizi; andamenti solo in parte controbilanciati dal ridimensionamento della flessione dei prezzi degli Alimentari non lavorati (-1,7%, da -2,9% di luglio)"

L'inflazione acquisita per il 2014 si attesta allo 0,4%, dallo 0.3% di luglio. L'inflazione di fondo, cioè al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, cala allo 0,5% dal +0,6% di luglio. Esclusi solo i beni energetici l'inflazione ad agosto si attesta a +0,4% dal +0,3% del precedente mese di luglio.

I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza su base mensile rimangono stabili ma crescono dello 0,2% sull'anno. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona restano pure invariati rispetto a luglio, ma diminuiscono dello 0,2% su base tendenziale.

deflazione  italia

  • shares
  • +1
  • Mail